Lug 31 18

SEO – Cos’e e perche ne hai bisogno?

tech
seo (search engine optmization)

Il SEO è il processo che influisce sulla visibilità di un sito web nei risultati di un motore di ricerca online come google, bing, yahoo, ecc., Spesso definiti risultati “naturali”, “organici” o “guadagnati”.

seoCreare un sito web prezioso con un sacco di contenuti e un aspetto meraviglioso non ti porterà lontano, senza un piano SEO coerente. Ecco alcuni motivi per cui la SEO è importante per il tuo sito.

 

Ottimizza il sito per SEO

L’ottimizzazione del sito web tiene conto dell’aspetto, dell’aspetto e dell’uso del tuo sito web e influenzerà i risultati della tua ricerca. Scegli un buon tema per il sito web per dare al pubblico un’esperienza duratura su di esso.

Il tempo di caricamento è fondamentale per ottimizzare il tuo sito. Google Algorithm analizza la velocità del tuo sito per determinare il posizionamento dei risultati di ricerca.

Una pagina lenta può mettere un footprint nel tuo page rank, quindi ci vorrà più tempo per i motori di ricerca a insinuarsi nel tuo sito.

Navigazione e usabilità SEO

La navigazione nel sito è una parte significativa del tuo piano SEO generale. Se i tuoi clienti e lettori non riescono a trovare ciò che vogliono sul tuo sito, è improbabile che rimangano anche se hai un design fantastico e una pagina web veloce.

Alcuni blogger e aziende usano anche una pagina “Inizia qui” nel loro menu per dare ai visitatori una rapida panoramica di ciò che deve essere visto per la prima volta. Questo può includere i tuoi post più popolari, le istruzioni del sito su un prodotto o una funzione popolare e le domande più frequenti.

Contenuto qualitativo e frequente

L’aggiornamento periodico del blog può darti una spinta SEO al tuo sito. Per i principianti, i contenuti freschi e freschi impediscono ai lettori di ottenere di più e portano più traffico al tuo sito.

Anche la qualità dei tuoi contenuti è importante. Concentrati sul testo di alta qualità e utilizza immagini, infografiche e video per contribuire a fornire la tua presenza online per aumentare la credibilità.

Parole chiave

Le parole chiave sono ancora un fattore importante nei risultati di ricerca. Esegui una ricerca approfondita delle parole chiave in strumenti. Come “Pianificatore parole chiave di Google” per vedere quante ricerche mensili vengono eseguite per quella determinata parola chiave. Di solito, la migliore pratica è quella di usare la parola chiave nel titolo e nel primo paragrafo. Questo per dare una spinta extra alla SEO.

Link a ritroso che si riferiscono al tuo sito

Il numero di link pertinenti e di qualità sul tuo sito. Può aumentare il tuo SEO e contribuire a promuovere i tuoi contenuti allo stesso tempo.

Ci sono diversi modi per farlo. Ma un’opzione popolare è quella di inviare visitatori a siti Web o blog di qualcun altro. Google vede i link di qualità e, nel tempo, classifica il tuo sito in alto.

Ricorda la versione mobile del sito

Nel 2016, Google ha iniziato a testare il suo indice mobile. Qouesto per visualizzare la versione mobile del tuo sito e determinarne le classifiche.

Se non esiste una versione mobile, potrebbe influire negativamente sul posizionamento dei risultati di ricerca.

SEO ha molte buone pratiche e linee guida da seguire, ma non è ancora una vera scienza. Ecco perché è importante misurare i risultati SEO con strumenti come Google Analytics.

Per vedere cosa sta funzionando nei tuoi sforzi SEO e cosa sta succedendo. Il problema sta nell’usare una varietà di tecniche comprovate per trovare la formula che funziona meglio per te.

 

Lug 31 18

Digitalizzazione delle PMI

tech
digital marketing Digitalizzazione

E’ uscito il nuovo bando per la digitalizzazione delle PMI. Questo bando offre alle aziende un contributo sui 10 milla euro per aggiornare la loro azienda.

Digitalizzazione , Cos’è ?!

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro. Questo importo sara’ finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.
La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

Cosa finanzia

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:
– migliorare l’efficienza aziendale;
– modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
– sviluppare soluzioni di e-commerce;
– fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
– realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.
Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla pubblicazione sul sito web del Ministero del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher adottato su base regionale.

Le agevolazioni

Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come funziona

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni.

E’ prevista, entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello, l’adozione di un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili. Il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Con decreto direttoriale 14 marzo 2018 l’iter amministrativo relativo all’assegnazione definitiva del Voucher e alla conseguente erogazione delle agevolazioni è stato modificato.

L’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione, a seguito della realizzazione del progetto può presentare la richiesta di erogazione. Attraverso la stessa procedura informatica utilizzata per la presentazione della domanda, a partire dal 14 settembre 2018.

Il progetto deve essere ultimato non oltre 6 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di assegnazione del Voucher di cui all’art. 4, comma 1, del decreto direttoriale 24 ottobre 2017 (decreto direttoriale 14 marzo 2018), quindi entro il 14 settembre 2018 e, comunque, la richiesta di erogazione deve essere presentata entro i successivi 90 giorni.